Approvazione del Bilancio Comunale

voto bilancio

Giovedì 20 dicembre 2018

Oggi in Consiglio abbiamo votato il Bilancio del Comune di Bologna e 3 Ordini del Giorno da me proposti
  • Roberta Li Calzi

Approvazione del Bilancio Comunale

In questi giorni abbiamo discusso e votato in Consiglio Comunale il Bilancio di previsione 2019-2021, che rappresenta il principale strumento di sintesi tra tutte le politiche dell’Ente. Il Bilancio e il Documento Unico di Programmazione 2019-2021 (DUP), sono stati approvati dal Comune di Bologna (tra i pochi in Italia) entro l’anno, confermandosi il nostro Comune virtuoso e in grado di rispettare i tempi, assicurando continuità e piena efficienza ed efficacia all'azione amministrativa. 

Il bilancio prevede tra investimenti e servizi per i cittadini circa 700 milioni, con un’autonomia finanziaria che sfiora il 90%. La pressione fiscale rimane invariata e in qualche caso addirittura in calo. Salgono a 105.000 i cittadini che saranno esentati dall’addizionale Irpef: si completa dunque l’operazione avviata nel 2016 per togliere la tassa a circa un contribuente su tre. Nel triennio 2019-2021 saranno finanziati complessivamente 215 milioni di opere pubbliche. La manovra di riduzione del debito consentirà inoltre di diminuire i mutui e gli interessi e liberare più risorse per i servizi.

Il welfare è l’ambito al quale è dedicata la maggior parte della spesa corrente: 199 milioni di euro su quasi 570 (quindi il 36%) sono dedicati a politiche sociali, salute, lavoro, istruzione, politiche giovanili e sport, con l’obiettivo di andare incontro alle esigenze delle fasce più deboli della comunità.

Sul fronte delle opere pubbliche, solo nel 2019 sono previsti 103 milioni di euro di investimenti, che nel triennio salgono a 215 milioni, tutti finanziati: la media annua del quinquennio 2017-2021 è di oltre 85,5 milioni di euro. Proseguono gli investimenti per avere scuole più sicure, più belle e più efficienti dal punto di vista del risparmio energetico. Tra gli obiettivi c’è quello poi di rispondere all’esigenza di nuove abitazioni da destinare all’affitto. 

Il Comune continuerà a investire sulle periferie ed è pronto con la progettazione esecutiva dei progetti contenuti nel Piano Periferie, del valore di 18 milioni di euro, per il quale anche Bologna è in attesa del semaforo verde del governo. 

Ho proposto 3 Ordini del Giorno collegati al bilancio, che sono stati approvati, dei quali vi riporto di seguito il contenuto dei dispositivi:

  1. Ordine del giorno che invita la Giunta ad attivarsi presso il gestore della rete idrica Hera per valutare la possibilità di installare le c.d. “case dell’acqua” in più punti strategici della città, nonché a realizzare il ripristino e l’installazione di fontanelle in zona Centro storico, a seguito di verifiche già svolte dal gestore Hera e dagli Uffici del Comune, con riscontri positivi in merito alla fattibilità dell’opera e a sopralluoghi che hanno individuato le zone più consone e i manufatti più adatti. 
  2. Ordine del giorno che invita la Giunta a prevedere l'incremento dei servizi di manutenzione degli arredi urbani e l'aggiornamento dell'attuale sistema di segnalazione con tecnologie più diffuse e agevoli per i cittadini, come applicazioni per smartphone che consentano l'invio di foto e geolocalizzazione in tempo reale, nonché a promuovere l'adesione del Comune di Bologna alla piattaforma gratuita decorourbano.org per i vantaggi illustrati. 
  3. Ordine del giorno che invita la Giunta a istituire un gruppo di lavoro permanente tra Comune di Bologna e organismi locali delle Associazioni di consumatori e di utenti dei servizi.

Per chi volesse leggere i testi integrali di questi Ordini del Giorno, li trovate in allegato.

Allegati:

Gallery:



Lascia un commento: